Friday, July 18, 2014

Come fare la valigia perfetta - Art of Packing




Prima di stenderci al sole e non fare nulla, ma proprio nulla per alcuni giorni, soprattutto noi donne viviamo il dramma del fare la valigia. E' sempre così, le cose da portare sembrano sempre troppe e lo spazio in cui metterle troppo piccolo. Ecco qualche piccolo accorgimento per cercare di portare il necessario e soprattutto di portarlo integro. Va bene che siamo in vacanza, ma andare a cena con la maglietta o il vestito che sembrano appena usciti dalla centrifuga anche no.

1- fare una lista. Di solito io che sono esagerata ne faccio una con "le occasione". Ad esempio se farò una settimana al mare so già che mi serviranno almeno due cambi al giorno: uno per la giornata in spiaggia e uno per la sera. Per sicurezza un paio di look in più per gli imprevisti ( uno super elegante e uno sportivo)

2- mettere tutto sul letto. Comporre i vari look, appoggiando tutto sul letto, compresi gli accessori. Vi sembrerà un inferno, lo so, ma è necessario. In questo modo porterete via solo quello che vi serve

3 - mettere le scarpe. Molti le mettono alla base della valigia. Se avete posto potete metterle anche di lato, separate dal resto. In ogni modo nei loro sacchettini

4- riempire i buchi tra le scarpe con le cose piccole, come costumi e calzini e l'intimo.

5- sotto le cose pesanti. Dopo la base fatta di scarpe si passa a comporre il resto della valigia: prima i jeans e le cose pesanti, mentre più sopra i tessuti più leggeri.

6- arrotolare. Ho scoperto da qualche tempo che per avere dei vestiti meno stropicciati, l'ideale è arrotolare i capi, soprattutto gli abiti.

7 - accessori e trucchi . Partendo dal presupposto che deve stare tutto dentro, lasciate pure a casa il beauty case coordinato alla vostra valigia, classico oggetto inutile, occupa troppo spazio. Meglio invece dei piccoli beauty che si posso incastrare nei nuovi buchi che si saranno creati. Per ultimo il phon o la piastra che tanto non ci stanno mai .

8- e ora pregate, che chiuda tutto e buone vacanze.

Seguitemi nei social, la prossima settimana sarò in vacanza e vi porterò con me!

instagram @styleshouts 
twitter @alessiacanella 
facebook @styleshouts di Alessia Canella



Before you lie in the sun and do nothing, absolutely nothing for a few days, especially us women do live the drama of the suitcase. It 's always so, things always seem to take too many and too little space in which to put them. Here are some little trick to try to bring the necessary and especially to take it intact. It's okay that we're on vacation, but go to dinner with the shirt or dress that just seem to come from the centrifuge maybe not.



Wednesday, July 16, 2014

Pineapple




Una camicetta annodata ed una gonna plisettata con degli ananas ed è subito anni 80. Nell'outfit di questa settimana prima di scappare in vacanza, vi lascio questa idea per portare in modo nuovo o meglio rivedere un trend di qualche anno fa . Partendo dal presupposto che credo di essere stata l'unica ad aver acquistato questa gonna, perchè chi se ne va in giro con degli ananas se non io?! Non volendola abbinare alla solita magliettina bianca, ho optato per una camicetta di Mauro Grifoni, molto femminile, ma troppo bon ton per i miei gusti, così l'ho annodata in vita e il risultato mi sembra molto meno scontato del previsto, non vi pare? Un paio di sandali in cuoio e la mia Postina di Zanellato . Visto che me lo chiedete spesso, questa è la misura S . Devo dire che tra le Postine questa misura è quella che sento più mia, rimane capiente, pensate che dentro mi sta anche la macchina fotografica o un paio di scarpe, ma non troppo grande e quindi più proporzionata con la mia altezza.
Spero vi piaccia. Attendo i vostri pareri, buona giornata!!



A knotted blouse and a skirt with plisettata of pineapples and is now 80 years old. Nell'outfit this week before escaping on vacation, I leave this idea to bring in a new or better revise a trend a few years ago. Assuming that I think I was the only one who bought this skirt, because who goes around with the pineapple if you do not I?! Not wanting to match the usual white t-shirt, I opted for a blouse Mauro Grifoni, very feminine, but too ladylike for my taste, so I tied at the waist and the result seems much less obvious than expected, do not you think ? A pair of leather sandals and my Postina by Zanellato. Since you ask me often, this is the measure S. I have to say that among the postwomen this measure is that most feel that my remains large, I think that is also inside the camera or a pair of shoes, but not too big and therefore more proportionate with my height. 
I hope you enjoy it. I await your opinions, good day!







Tuesday, July 15, 2014

Matta per Manolo - In amore c'è speranza per tutte




Quando superi i trenta e non hai ancora una situazione sentimentale ben chiara, sembra che il mondo intero passi a domandarsi come mai tu non ce l'abbia. La maggior parte delle persone immagina che tu abbia lo stesso carattere dispotico di Miranda, l'editor malefica del Diavolo Veste Prada o che tu ti stia preservando per il tronista di turno. Così quando mi è stato regalato "Matta per Manolo" di Bea Buozzi e ne ho letto la prefazione me la sono pure un pò presa. Visto che il regalo arrivava da una persona che non mi conosceva affatto, ho pensato che neanche farlo a posta, un libro non poteva essere più descrittivo della mia situazione sentimentale. Trentanni, indipendente, appassionata di scarpe, zitella, ops, scusate, single.
Più scorrevo le pagine e più questo libro somigliava a me e più mi arrabbiavo. Tanto che ho pensato che qualcuno avesse rubato pezzi della mia vita per farne una storia. In realtà ho capito che a questo punto noi donne siamo tutte un pò simili, o forse alcune di noi appartengono alla stessa categoria. Categoria: forse era meglio se nascevo uomo. Sì, perchè le ambizioni o l'indipendenza a volta tracciano già una linea e un segno sopra tanti maschietti che ci circondano, spaventati dalla nostra vivacità.
Per farvela in breve la protagonista arriva a 35 anni senza uno straccio di uomo. Abita da sola con un criceto in un condominio a Milano e tra le sue migliori amiche c'è la vicina di pianerottolo, un trans di Maracaibo. Durante una notte a Napoli in cui indossa delle fiammanti Manolo ha una sorta di visione in cui una maga le intima di rivedere gli amori del passato, perchè tra loro ci sarebbe il suo futuro marito. La ragazza inizia questa ricerca e incontrandoli uno per uno si rende conto che nessuno di questi lo è. Uomini diversi tra loro: l'idraulico , tutto tubi e niente arrosto , l'esperto di finanza cinico e milanesissimo , il cassiere , quello che sarebbe stato il marito perfetto.. ma non vi svelo come va a finire. Però finisce bene. Perchè a noi ragazze piace sognare e le ultime trenta pagine sono per chi ancora nell'amore ci crede. Forse un pò troppo da favola ma va bene così. Si legge molto facilmente, scorrevole e piacevole come compagnia per le vacanze. In tante vi ritroverete in Palladiana, la protagonista, osannata dai parenti perchè non ha un fidanzato, guardata dall'alto al basso dalla moglie del suo ex perchè ancora non ha un bambino da spingere sul passeggino. Insomma, ragazze, c'è speranza. E poi, niente panico, c'è sempre tempo per l'amore e se non lo trovate? Compratevi un gatto!!




MATTA PER  MANOLO 
Bea Buzzi



Monday, July 14, 2014

Trend Alert: kimono


Iniziamo la settimana con un nuovo trend alert, e facciamo a meno di parlare del tempo che un'estate con un cielo così grigio non si era mai vista. Il trend del momento è il kimono. Da portare su abiti o shorts, per dare un tocco boho-chic ai vostri outfit, ma anche come copri costume super glamour. A me piace veramente molto sopra a dei pantaloncini corti o sui jeans, è una valida alternativa alla classica giacca. Di seta o con le frange, ad ognuno il suo. Non ne esiste una sola tipologia ma tante varianti per accontentare un pò tutti i gusti. Ne ho scoperti un bel pò su Choies , vi lascio quindi con una bella carrellata di ispirazione e sotto con la mia selezione sul sito, dove ne troverete diversi ad un prezzo very low.
Buona settimana e che da lassù qualcuno ci mandi il sole.



Friday, July 11, 2014

New York New York - Empire State of mind


Ci sono città che ti rubano l'anima. Di posti ne ho visti diversi, ma New York rimane la città in cui torno sempre come se fosse la prima volta. 
Guida veloce e furba per chi vuole visitarla non da turista. 

Bhe, a dire la verità, alcune cosa da turista da fare ci sono sempre. 
Ad esempio vistare quei 5 musei fondamentali. Prima cosa munirsi della City Pass e di un abbonamento della Metro. 
Con la City Pass si possono visitare alcune attrazioni, che poi sono le fondamentali, senza dover fare tutte le volte la fila. 
Prima tappa: Empire state building. Ve lo consiglio e non fate i tirchi, prendete l'audioguida, da lì potete farvi un'idea di come è fatta la città, vi aiuterà a muovervi più facilmente. 
Se è la prima volta che la vedete potete scendere a sud e visitare l'isola della statua della libertà, ma di solito ci sono file chilometriche, quindi andateci presto la mattina. Visto che ci siete un giretto nel distretto finanziario e poi alla Tower of Freedom e al museo dell'11 settembre. Se ci andrete in queste settimane preparatevi ad un caldo infernale, ma tutto si sopporta con secchi di coca cola che costeranno meno dell'acqua. Vi consiglio poi di dedicare sempre mezza giornata alle visite e mezza giornata allo shopping. Posti da vedere: Metropolitan Museum , Il museo delle scienze naturali , il Gughenaim , il Moma , il Flat Iron , la public library , la Gran Central 

SHOPPING:  SOHO tutta la vita. Ci spenderete un capitale, lo so. A parte i marchi italiani e francesi famosi, io vi consiglio di puntare su quelli che da noi non arrivano o molto limitatamente: French Connection , Sam Edelman , Steve Madden … poi girate ed entrate. Ce ne sono talmente tanti che diventerete pazze. Questo è il periodo ideale per fare ottimi affari. Tutto è in saldo e che saldi!! Non come quelli italiani, spesso con collezioni vecchie  e stra vecchie.  la BROADWAY : è infinita. Nella zona di Soho ci sono alcuni mega store come Top Shop , Hollister , Forever21 , li ritroverete anche nel tratto della Broadway che si incrocia con la 5th avenue, quindi più a nord. Lì si trova anche MACY , io lì vado sempre e solo alll'ultimo piano, dove ci sono gli abiti per i Prom. Avete presente la festa di fine anno che si vedono nei film? Ecco, lì troverete un intero piano colmo di abiti pieni di strass , pietre , tulle … per non parlare degli abiti lunghi. Io ne ho preso uno di Ralph Lauren che ancora non ho messo ma ad una cifra irrisoria. 
La 5th rimane il sogno di molti. Anche qui troverete tanti mega store, tolti i soliti noti che neppure vale la pena visitare, da non perdere Henri Bendel con tanti degli accessori visti in Gossip Girl , lo store della Apple e i suoi tavoli infiniti di tecnologia da provare , Bergdorf per sognare . E poi perdetevi un po' , troverete di sicuro qualcosa che vi colpirà. 

CORRETE : anche se non siete abituati a farlo, portatevi delle scarpe per correre. Che sia anche solo una passeggiata, ma fatelo. Tutte le mattine uscivo all'alba, alle 7 ero già fuori e via, con solo la tessera della metro. Lungo l'Hudson , a Central Park , tra Soho e la Brooklin , lungo la promenade. Camminate e correte, è il modo perfetto per sentirsi dei veri newyorchesi  

BRUNCH : da non perdere quello del sabato a Le Beau Marcheau vicino allo Standard nel MeatPackingDistrict. Pranzo verso le 14 e poi si balla sui tavoli fino alle 16, prima di passare a fare l'aperitivo nell'hotel di fronte o al Le Bain , il bar dello Standard. E via di apertivi fino a sera. Il sabato a New York è impegnativo. 

CAFFE : da Dean e De luca , al Boss delle torte,  i donuts da Dunkei Donuts  e i cup cake di Magnolia Backery . 

Di cose mi ne vengono in mente altre mille, ma se avete dubbi e domande chiedete. New York è la città più bella del mondo, non ci sono dubbi. Vi lascio ad un sacco di foto, le mie preferite, tutte scattate da me. Fanno parte del mio archivio e oggi ho deciso di condividerlo con voi! 




There are cities that will steal your soul. I have seen several places, but New York is the city where I always return as if it were the first time. 
Driving fast and smart for those who want to see it not as a tourist. 

Well, to tell you the truth, some tourist thing to do there always are. 
For example endorse those 5 key museums. First arm yourself with the City Pass and a subscription Metro. 
With the City Pass you can visit some attractions, which then are the key without having to do all times in a row. 
First stop: the Empire State Building. I recommend it and do not be stingy, take the audio guide, from there you can get an idea of ​​how it is done the city will help you move more easily. 
If this is the first time you see it you can go down to the south of the island and visit the Statue of Liberty, but there are usually files mileage, so go early in the morning. Since there are a stroll in the financial district and then to the Tower of Freedom and the museum of September 11. If you go there in recent weeks to prepare a hellishly hot, but everything you stand with buckets of coke that cost less water. Then I advise you to always have half a day to half-day visits and shopping. Places to see: the Metropolitan Museum, the Museum of Natural Science, the Gughenaim, the MOMA, the Flat Iron, the public library, the Grand Central 

SHOPPING: SOHO entire life. We spend a principal, I know. Apart from the famous French and Italian brands, I would advise you to focus on the ones that we do not reach or very limited: French Connection, Sam Edelman, Steve Madden ... then turn and go. There are so many that you will become mad. This is the ideal time to do brisk business. Everything is in balance and that balance! Not like those Italians, often with old collections and stra old. the BROADWAY is endless. In the Soho area there are some mega stores such as Top Shop, Hollister, Forever21, you will find them even in the stretch of Broadway that intersects with the 5th avenue, then to the north. There is also MACY, I always go there and just alll'ultimo floor, where there are the dresses for prom. Do you remember the New Year's party you see in movies? Here, there you will find an entire floor filled with clothes full of rhinestones, stones, tulle ... not to mention the long dresses. I I've got one of Ralph Lauren that I have not put it to a pittance. 
The 5th is the dream of many. Also here you will find many mega store, removed from the usual suspects that not even worth the visit, do not miss Henri Bendel with many of the accessories seen on Gossip Girl, the store of Apple and its endless tables of technology to try, Bergdorf to dream. And then miss a bit ', you will certainly find something that will strike you. 

RUN: even if you're not used to doing, bring running shoes. That is also just a walk, but do it. Every morning I went out at dawn, at 7 I was already out and away, with only the metro card. Along the Hudson River, Central Park, between Soho and Brooklyn, along the promenade. Walk and run, it is the perfect way to feel like real New Yorkers 

BRUNCH: do not miss the Saturday's Le Beau Marcheau close to the Standard in MeatPackingDistrict. Packed to the 14 and then you can dance on the tables until 16, before moving on to make a drink in front of the hotel or at Le Bain, the Standard bar. And so on until the evening aperitifs. On Saturday in New York City is challenging. 

COFFEE: Dean and De Luca, the Boss of cakes, donuts and cup cake from Dunkei Donuts Magnolia Backery. 

Of things I can think of a thousand, but if you have doubts and ask questions. New York is the most beautiful city in the world, no doubt about it.