Tuesday, September 2, 2014

Angelina wedding dress - Che c'importa del mondo




Se sei Angelina Jolie e il tuo lui è Brad Pitt, se il tuo abito esce dall'Atelier Versace, non puoi non farti disegnare il velo da quella folla di bimbi di cui è fatta la tua famiglia e invitare 20 persone al tuo matrimonio, un pò a dire "Che c'importa del mondo".
Alla fine l'hanno fatto veramente, i Brangelina si non sposati e l'hanno fatto a modo loro, cogliendo tutti alla sprovvista. Senza grandi clamori e senza far trapelare nulla fino a dopo la cerimonia. E noi che siamo curiose come dei bambini il giorno di Natale, non aspettavamo altro che vedere cosa aveva scelto di indossare lei, una delle donne più belle del mondo. Sarà che qualche giorno fa ho visto una sposa vestita di nero girare per la mia città, per cinque minuti ho pensato che forse Angelina avesse fatto qualche strana pazzia e si fosse vestita chissà in che modo stravagante. Invece trovo abbia fatto una scelta molto dolce e romantica. Il vestito è semplice, disegnato da Luigi Massi dell'Atelier Versace , in seta, senza ricami o applicazioni particolari. Unico vezzo il velo, realizzato mettendo insieme dei disegni dei sei figli della coppia. Pure la torta è stata preparata da Pax. Nulla di hollywoodiano, nella cornice dello Chateu francese di proprietà della coppia.
Trapelato oggi anche il bozzetto dell'abito che indosserà Elisabetta Canalis al suo matrimonio disegnato da Alessandro Angelozzi, qui invece a quanto pare ci sarà un tripudio di lavorazioni, cucito amano nel quartier generale abruzzese dell'atelier.  Allora non aspettiamo altro che vedere un'altra sposa di questo 2014 , che tanto qui, si sposan tutte, tranne la sottoscritta!


Williams Martini Racing in Milan



Per tutti gli appassionati di motori e non solo , questo fine settimana ci sarà il GranPremio d'Italia di Formula 1 e per festeggiare il ritorno di MARTINI RACING sul circuito di Monza sulla Williams Mercedes FW36 in arrivo anche una quattro giorni di eventi che coinvolgeranno Milano.
Dal 4 al 7 settembre  la terrazza di piazza Gae Aulenti sarà aperta a tutti gli appassionati di motori, ma anche di design, per chi vuole vivere un'esperienza multisensoriale. Un calendario fitto di eventi: giovedì 4 settembre tutto il team della Willams Martini Racing , tra cui Felipe Massa , alle 18:30  saluterà gli appassionati e sperimenterà la  "Immersive Sensory Experience ". Non si tratta di un simulatore, ma di un mix tra tecnologia e arte,  tra suoni, colori e rumori rubati dai circuiti. Per quanti decideranno di partecipare sarà proprio come essere seduti in una monoposto e vivere l'esperienza di un gran premio, dalla tensione prima della partenza agli applausi dell'arrivo.
Gli appuntamenti proseguiranno fino a domenica alle 21. Tutti i giorni dalle 17.00 alle 24:00 ci saranno Dj set e solo nella serata di venerdì la performance live di Raphael Gualazzi e la sua band .
Tanti buoni motivi per non farsi sfuggire questi eventi, anche per chi di motori magari ci capisce di meno, ma che invece preferisce sorseggiare un fresco Martini Royale immerso nei colori delle bande Martini.





Friday, August 29, 2014

Never felt so good


Non vorrei abituarvi troppo agli abiti lunghi, anche se questo fine settimana me ne vedrete indossare parecchi visto che sarò inviata per Ethos Profumerie alla Mostra del Cinema di Venezia, ma alla fine, tutti i giorni sono più così: denim strappato, un crop top e una maxi bag. Punto della discordia saranno sicuramente le scarpe che indosso, le Birkenstock. O le ami o le odi. Dopo un'iniziale titubanza ho deciso che per me era amore. Pochi altri accessori, tra cui i miei bracciali con l'ancora e in argento di Brosway per continuare a portare con me un pò di mare e di vacanze. 
Fatemi sapere cosa ne pensate! 
Se volete seguirmi live a Venezia potete invece seguirmi sui miei social : 

instagram  ( @styleshouts )
twitter  ( @alessiacanella ) 





Wednesday, August 27, 2014

Ice Bucket Challange perchè farlo


Farlo, non farlo, esibizionismo, stupidaggine. Direi che tutte queste riflessioni anche un pò marce e piene di polemiche non possono che sorgere solo in Italia. Se fai una cosa non va bene, se ne fai un'altra non va bene lo stesso e sto parlando dell' ICE BUCKET CHALLANGE  se ancora non sapete cos'è è forse perchè siete stati rinchiusi in un eremo negli ultimi 15 giorni. In pratica si tratta di una sfida virale, una specie di catena di sant'Antonio , in cui una persona ne sfida altre tre a tirarsi un secchio di acqua ghiacciata in testa. Chi decide di non farlo deve fare una donazione all' ALS che è l'associazione che raccoglie fondi per la ricerca sulla SLA , malattia degenerativa per la quale al momento non esiste una cura. Anch'io l'ho fatto e con grande orgoglio, perchè nel bene o nel male, è giusto che se ne parli. Tutto il polverone che ne è uscito ben venga. Intanto perchè credo che pure il mio gatto ora sappia cosa sia la SLA , punto secondo, perchè sicuramente ha spinto chi solitamente non fa donazioni a farlo. Io per prima, dopo la secchiata ho deciso di dare il mio contributo economico perchè mi sembrava corretto. Ci sono stati poi quelli che hanno polemizzato, dicendo che forse è meglio fare una donazione senza tanta pubblicità, ma chi l'ha detto non ha ancora capito che grazie a tutto questo proliferare di video sono stati raccolti al momento 88 milioni di dollari in tutto il mondo. Quindi gente, lasciatevi contagiare e date il vostro contributo, piccolo o grande che sia, ma fatelo!


Tuesday, August 26, 2014

La vita è una Loubou Meravigliosa - Bea Buozzi





La gente è strana.
I trentenni sono strani.
I trentenni single sono ancora più strani.
Capita di uscire con qualcuno di tanto in tanto, di passare anche una serata piacevole e poi non vedersi o sentirsi più. Tutto nella norma direi.
Capita di uscire con qualcuno di tanto in tanto, di approfondire la conoscenza e trovare svariati punti in comune. Di avere gli stessi gusti, di amare le stesse cose e poi, di non vedersi e non sentirsi più.
Sì, capita anche questo, perchè i trentenni single sono strani e superata la soglia delle trenta candeline non si torna più indietro. Scheletri nell'armadio, ex che li hanno trattati come moci vileda, madri troppo presenti e irraggiungibili come modello di riferimento, paturnie a cui neanche i protagonisti di Gray's Anatomy ci hanno abituate.
Capita così che una single come me si ritrovi a farsi anche una bella auto analisi, perchè in fondo pure noi ragazze le abbiamo le nostre stranezze, ma la verità è che siamo più semplici di quello che si pensa.
Non voglio mica la luna, cantava Fiordaliso, ma solo uno straccio di uomo col quale andare a cena, al cinema, a vedere una mostra, a fare un week end al mare, fare due risate e un discorso interessante ogni tanto. E invece no, tutto troppo impegnativo. Tutto estremamente da "coppia".
Ma ho avuto una grande illuminazione, forse ho cercato nel posto sbagliato e tra gli strani che non fanno per me. Forse sono cascata sempre nello stesso modello maschile, vittima di me stessa.
Capita così che quando finisco di leggere un libro mi metta a piangere, perchè con le favole ci son cresciuta e nonostante le anomalie a cui la vita mi ha abituata, al lieto fine ci credo ancora.
Due lacrime alla fine di "La vita è una Loubou meravigliosa" ve le potete concedere, anzi, se non vi vengono io mi preoccuperei. Terzo capitolo della trilogia del club dei tacchi a spillo, iniziata con Matta per manolo  sempre di Bea Buozzi. Racconta la storia di Clorinda, anche lei trentenne single, appassionata di tacchi, tanto che crede che ogni momento della sua vita sia stato segnato da una scarpa in particolare. Dopo una grande delusione trova l'amore in un uomo totalmente diverso da lei, uno che porta scarpe da ginnastica tutto l'anno, un pò hippy , uno scrittore e amante degli animali. I due si innamorano e iniziano la convivenza, senza pensare ad un matrimonio. Invece a Clorinda viene lanciata una sfida, riuscire a farsi sposare entro trenta giorni, in cambio riceverà le decolletè dei suoi sogni, delle favolose ed esclusive Louboutin. Il conto alla rovescia al matrimonio e il budget a disposizione molto limitato rendono la storia avvincente, romantica ma anche divertente, grazie anche alla presenza dei cani e delle amiche della quasi sposa, tutte ben descritte. Non vi dico come finisce, lo dovete assolutamente leggere, anche perchè è talmente piacevole che in due serate lo divorerete, ve lo assicuro.
E se anche voi state cercando l'amore, fate come Clorinda, toglietevi le vostre Louboutin e cercate nei posti in cui non avreste mai immaginato!
E che qualcuno dall'alto ci aiuti ovviamente!