consigli-beauty-blog

NOVITA’ BLUSH: QUALI SCEGLIERE.

Il Blush è quella componente del make-up a cui non si può rinunciare. La mia mamma lo chiama ancora “fard” ed è il mio alleato numero uno per togliere dal viso quell’aspetto spento e malaticcio tipico delle giornate autunnali. In commercio ne troviamo di svariate sfumature e texture ma sono tutti uguali? La risposta è chiaramente no, bisogna saper scegliere quello adatto ad ognuna di noi, il come lo vediamo ora insieme.

Tonalità della nostra pelle. Se avete la pelle chiara, preferite un prodotto sui toni freddi (toni rosati), mentre se la pella è più scura, optate per una tonalità calda (toni pescati-aranciati).

Texture: in crema o in polvere. La scelte dipende dalla vostra base, se avete una BB cream, è meglio un blush cremoso per un aspetto pelle baciata dal sole, se invece scegliete un make up classico, allora optate per un prodotto in polvere.

Come si stende. Vi consiglio di utilizzare un pennello obliquo, partite dalle guance-zigomo fino alle tempie cercando di sfumare il più possibile evitando così l’effetto “heide”. Il pennello va posizionato con il lato più lungo verso il basso, prima di applicare sul viso il prodotto sbattete il pennello dalla parte del manico per eliminare dalle setole l’eccesso.

L’autunno ha portato alcune novità e tra i blush vi segnalo il nuovo Cocoa Shock di Kiko che mi ha fatto letteralmente impazzire per il suo profumo di vaniglia che ti fa venire voglia di mangiarlo. La formula cotta è ideale per ottenere un risultato modulabile, io vi consiglio anche di provarlo con un pennello bagnato (bastano due spruzzi d’acqua) per un finish ancora più luminoso ma mat. Le due cromie di colori posso essere usate singolarmente ma belle anche se miscelate.Il packing è compatto e perfetto per essere portato con sè per dei ritocchi veloci durante la giornata.

blush14

blush13

Un’altra novità tutta firmata Lancome è il Cushion Blush Subtil, il primo fard liquido trasportabile della maison francese, che unisce la luminosità di un blush tradizionale alla praticità e facilità di applicazione di un prodotto compact.

Li troviamo in sei tonalità, donano un incarnato luminoso ma facile da applicare. Io ho scelto il 024 Sparkling Framboise che è un fucsia vivace. L’applicazione avviene grazie alla spugnetta che trovate in dotazione nella ‘cushion system’ , basta semplicemente picchiettare l’applicatore sul blush cushion e applicarlo sulle gote per un effetto naturale.

blush4

blush6

blush5

Infine per quanto riguarda i blush in polvere vorrei segnalarvi i blush di Diego Dalla Palma Multicolor Orange Blush e il Shade of Rose n°76. Li trovo due blush unici perchè un mix di colori capaci di accontentare chiunque, infatti i due blush sono super sfumabili e non hanno bisogno di troppi accorgimenti per essere applicati. Le polveri ultra-fini aderisce perfettamente sulla pelle con una super resa impalpabile, dal comfort assoluto.

blush7

blush8

A voi la scelta, ma attenzione mai eccedere con il prodotto perchè altrimenti l’effetto Heide è dietro l’angolo, alla prossima!

12 Commenti

  1. in realtà “fard” è il termine italiano mentre “blush” è quello inglese, si può usare tranquillamente fard 😉 bellissime proposte, quello lancome è sicuramente quello più particolare

  2. Tanti ottimi consigli… Hai proprio ragione, l’effetto Heide è sempre dietro l’angolo e bisogna sempre stare attente a non eccedere… Le tonalità rosate di Kiko (se usate con moderazione, appunto) mi sembrano bellissime… Assolutamente da provare!

Lascia un commento...

About Me

Blogger, social media manager, fashion addicted. Scrivo ovunque, anche sui fazzoletti di carta. Contributor per Glamour.it e Vvox.it.
Appassionata di web, in fin dei conti una nerd con delle belle scarpe.
Continua a leggere...

Follow Me

Foto Instagram

Categorie

Articoli recenti

Articoli più letti

Archivi

Tag

Partners