repost-moncler-raitre-piumini-doca

Report e le piume del Moncler , sì, siamo tutte oche

Mai titolo poteva essere più azzeccato. Ieri sera per chi se lo fosse perso su Report su raitre è andato in onda un servizio in cui si parlava principalmente di come alcuni brand del lusso, in particolar modo Moncler producano all’estero, in posti dimenticati da Dio (ma non mi sembra una grande novità) usando manodopera a bassissimo costo, visto che in Italia costa una follia produrre , utilizzando materiali a volte di scarsa qualità e non soggetti a rigidi parametri di controllo che invece ad esempio nel nostro paese sono necessari. Il popolo dei telespettatori della domenica sera, dopo il servizio si è riversato sui social, Twitter e Facebook e ha cominciato a dar vita a una serie di insulti senza alcun contenimento nei confronti del brand. Dagli animalisti, indignati per come vengano fatti soffrire gli animali per ottenere le piume che imbottiscono i nostri amati giubbini a chi, si è sconvolto per il giro economico che si nasconde dietro il settore moda, specialmente nel campo del lusso. Non voglio entrare nel merito del discorso animalista, perchè non mi sento di poter essere la paladina degli animali. Li adoro, non compro pellicce vere per scelta , ma non sono neppure vegetariana e ho scarpe e borse di pelle, quindi sarebbe un discorso ipocrita. Certo, non mi sarei mai aspettata di sapere certi dettagli sulla spiumaggio delle oche , fatto con gli animali praticamente vivi e il pensiero è stato, le vere oche siamo noi, che non sappiamo tutto questo. E’ meglio sapere o essere oche ed ignorare e continuare a comprare sborsando 1000 euro per un piumino che fa sempre status symbol e Vacanze di Natale a Cortina?
Il coperchio è stato aperto, il popolo dei social si è scatenato, ma quanto durerà? Veramente non compreremo più i piumini Moncler? O ci dimenticheremo presto come le oche di tutto questo? 
Che sia arrivato il momento di imparare a fare acquisti in maniera più consapevole, consapevole anche di quanti operai italiani siano a casa in cassa integrazione, alla faccia di questi mega brand che con cinismo producono all’estero un finto made in Italy, con buona pace dei social media manager delle pagine Facebook e Twitter che stanotte devono aver passato delle brutte ore, bombardati dagli insulti, senza rispondere a nessuno, probabilmente nell’attesa di un comunicato ufficiale Moncler.

5 Commenti

  1. Di certo non sono gli unici, purtroppo è difficile per noi consumatori capire cosa ci sia dietro ad un capo, perché spesso tante informazioni vengono omesse. Forse basterebbe pretendere più trasparenza e sopratutto rispetto per i diritti dei lavoratori, degli animali e dell'ambiente.

    Most wanted tartan scarf on lb-lc fashion blog

  2. Personalmente apprezzo che non hai fatto un discorso ipocrita, come fanno spesso tanti… Sicuramente ognuno di noi ha qualche "peccato" – qualche capo prodotto in Asia, qualche borsa in pelle, qualche pelliccia, capi in cotone non organico etc…. Alzi la mano chi non possiede almeno una di queste cose! è vero che i problemi ci sono, ma non è del tutto colpa dei brand che producono all'estero… bisogna vedere anche le condizioni che l'Italia offre alle aziende che vogliono lavorare qui e poi dopo lamentarsi di Moncler e di tutti gli altri che fanno la stessa cosa.

    Bella Pummarola

Lascia un commento...

About Me

Blogger, social media manager, fashion addicted. Scrivo ovunque, anche sui fazzoletti di carta. Contributor per Glamour.it e Vvox.it.
Appassionata di web, in fin dei conti una nerd con delle belle scarpe.
Continua a leggere...

Follow Me

  • Immagine di Instagram
  • I cappelli per me sono una vera e propria passione. E pensare che un tempo mi vergognavo a metterli, non so perché ma mi sentivo osservata! A parte questa cosa stupida e adolescenziale , cappelli , datemeli e fatemi volare con la fantasia , che quella non mi manca, come neppure la voglia di indossare una maglia zebrata .
Cappello by @cappelleriapalladio #cappelleriapalladio #vicenza
  • Regali pronti!! Ora devo solo spedire quelli destinati alle amiche lontane e che non vedrò prima di Natale. Per me una certezza è @sailpost_official , economico e sicuro con sportelli in tutta Italia , anche a #Vicenza . Leggete di più su www.styleshouts.com #sceglisailpost #ad
  • Let it snow!
Buona settimana amici!! Ieri ho guidato per 4 ore sotto una bufera di neve e tantissimo traffico, ma questo non ha guastato il week end appena concluso sulle Dolomiti !
Il berrettino di queste foto lo trovate da @cappelleriapalladio #cappelleriapalladio , anche on line! #hat #woolhat #cappello
  • Amiche di Vicenza!!! Cosa ne dite di trovarci nella boutique @momoni_official di Contrà Muschieria VENERDÌ 15 DICEMBRE per sostenere la Onlus Mummy and Daddy?  durante la serata sarà infatti possibile acquistare le collane create ad hoc per l'attività, il cui ricavato verrà interamente devoluto alla raccolta fondi per la comunità inserita negli orfanatrofi in India. Che dite , venite ? 
#momoni #charityevent
  • Risvegli Ampezzani
#cortinadampezzo #dolomiti #homedesign
  • Dress Code: Colbacco e bianco .. eh già, siamo a cortina 
Cappello @cappelleriapalladio #cappelleriapalladio #colbacco #fauxfur
  • Buongiorno Cortina!
#Cortina #cortinadampezzo #belluno #italianlife
  • No better way to start this long holiday weekend #Cortina #igersbelluno #venetissimo

Categorie

Articoli recenti

Articoli più letti

Archivi

Tag

Partners