Tuesday, January 31, 2012

Capitain style




A metà degli anni '90 avevo giusto 15 anni ed essere stata un'adolescente in quel periodo significa una sola cosa, aver visto almeno 5 volte al cinema Titanic. Certe immagini ti rimangono scolpite nella mente e quel capitano affranto, davanti al camino che attende la morte sulla nave è una scena straziante, drammatica e dannatamente romantica. Poi è arrivato lui, Schettino, a dare l'ennesima spallata alla virilità maschile e al mito del capitano forte e moralmente ineccepibile. Premettendo che sono dispiaciuta per le morti e i dispersi, a me questo Schettino fa proprio cadere le braccia, ecco diciamo così. Una ragazza come me si aspetta che sia il Capitano, da quello Findus, a quello di Love Boat per terminare con Jack Sparrow, sia un vero eroe, il "superman" della situazione. 
Forse il comportamento di Schettino un po' riprende quello di molti uomini in circolazione, non più protettivo, ma confuso, indeciso, codardo, bugiardo ed egoista. Mettiamo anche che è pure un po' colpa nostra che siamo diventate più forti, desiderose di indipendenza e aggressive, ma almeno il capitano deve comandare, sopratutto in una situazione del genere. Insomma Schettino, che delusione e noi che crediamo sempre alle favole del passato, ma non ditemi che se quelle favole venissero riscritte cambierebbe il finale e il principe sul cavallo tirerebbe dritto davanti a Cenerentola o che sulla porta di legno ci resterebbe Jack, lasciando ibernare Rose nel mare gelido. 

Vi lascio con alcuni look a strisce che ricordano lo stile marinaro, che per la primavera è  sempre molto cool. Alcuni consigli per non fare qualche pasticcio con le righe: 

alla camicia sotto il maglione, anche con la cravatta 
NO ai pantaloni troppo lunghi o larghi sul fondo, si portano risvoltati, ma senza scoprire del tutto la caviglia

Si' alle t-shirt a righe, magari con il colletto a contrasto
NO a pantaloni con righe, non fate disastri 

ai colori: arancione, giallo e blu navy o azzurro, sono di gran moda

Si' al mocassino 
No alle sneakers, con questo stile "non ci azzeccano"

In the middle 90's I had just 15 years and being a teenager at that time means one thing, having seen at least 5 times the film Titanic. Certain images will remain engraved in the minds and broken the captain, in front of the fireplace awaiting death on the ship is a harrowing scene, dramatic and romantic damn. Then it was him, Schettino, to give yet another shoulder to the myth of masculine vitality and a strong captain and morally irreproachable. Assuming that they are sorry for the dead and missing, to me this Schettino does just shaking our heads, so to speak here. A girl like me is supposed to be the captain, from Findus to the Love Boat to end with Jack Sparrow, is a true hero, "Superman" of the situation.Perhaps the behavior of some Schettino 'resumes to many people around, not protective, but confused, indecisive, cowardly, deceitful and selfish. We also which is also a little 'not our fault that we become stronger, eager for independence and aggressive, but at least the captain must command, especially in a situation like that. Schettino In short, what a disappointment and we always believe that the fables of the past, but do not tell me that if these stories were written back to change the ending and the prince on the horse would pull right in front of Cinderella or on the wooden door there would be Jack, leaving Rose hibernate in cold water.I leave you with some stripes look reminiscent of the marine style, which in spring is always very cool. Some tips for doing some mess with the lines:Yes, the shirt under the sweater with a tieNO to the pants too long or wide on the bottom, bring it turned up, but without discovering all of the ankleYES 't-shirt with stripes, perhaps with contrast collarNO to pants with stripes, disasters do notYes the colors: orange, yellow and navy blue or blue, are all the rageYES 'the moccasinNO sneakers for this style 







Monday, January 30, 2012

Black white squares



Buon inizio settimana! Che freddo oggi, non so come sia la situazione meteo da voi ma a Vicenza si gela e quindi stamattina ecco un outfit caldo col mio piumino preferito, il Moncler. E' un look molto sportivo, ma ormai avrete capito che di giorno mi piace portare anche delle comode sneakers per poi scatenarmi coi tacchi la sera. La camicia a quadretti è di un marchio che ho scoperto grazie al mio ragazzo, poiche è stato uno dei suoi regali per Natale, è della Maison Scotch. Ho sbirciato nel loro sito e ho visto veramente tante cose carine, sono proprio curiosa di provare le nuove proposte per la prossima primavera estate. Trovo la camicia adorabile, piena di piccoli dettagli, come il fiocco staccabile che diventa un fermaglio per i capelli e le toppe in pelle a forma di stella sui gomiti. Unita al capo c'era anche una piccola collana che ovviamente non riesco più a trovare, ma diciamo che l'ordine non è proprio il mio forte. Quando meno me l'aspetterò salterà fuori, ne sono certa.
E voi come uscite di casa in questi giorni di gran freddo?

Good week! How cold is today?In Vicenza is a freezing morning and then here is an hot outfit with my favorite jacket, the Moncler. It 'a very sporty look, because I like to wear comfortable sneakers every day. I discovered the shirt's brand thanks to my boyfriend, because it was one of his gifts for Christmas, is the Maison Scotch. I look into their site and I saw so many really nice things, I'm really curious to try out new proposals for the next spring and summer. I find the shirt adorable, full of little details, like the staple becomes a detachable clip the hair and the leather patches on the elbows in a star shape. United to the head, there was also a small necklace . 
And as you leave the house in these cold days? 


















shirt MAISON SCOTCH
jacket MONCLER 
jeans J4
owl ring TOP SHOP
3 stones ring bought in London 
sneakers GUCCI 
bag LOUIS VUITTON 
nail polish CHANEL PERIDOT

Saturday, January 28, 2012

You look nice today H&M



Che figuraccia H&M!Nei giorni scorsi il colosso dell'abbigliamento svedese è stato accusato di plagio nei confronti di un artista di Atlanta, Tori LaConsay il quale nel 2008 aveva realizzato un opera con un messaggio semplice "YOU LOOK NICE TODAY" con vicino un piccolo cuore rosso. Recentemente, lo stesso artista ha scoperto che il brand aveva utilizzato la sua opera per decorare tappeti, cuscini e asciugamani, ovviamente senza essergli riconosciuta la paternità dell'idea. Dopo l'iniziale rifiuto da parte di H&M di constatare la somiglianza il caso sembra risolto. H&M aveva però risposto all'artista di avvalersi di 100 designer e di non aver certo bisogno della sua idea per realizzare i propri prodotti. La violazione del diritto d'autore è evidente, non vi pare?  Indignati molti clienti hanno scatenato una vera e propria guerra via web contro H&M, nei principali social network. Che marchi come questo prendano ispirazione dalle idee degli altri è sempre stato ovvio, la sua forza è anche questa, ma così mi pare un po' troppo. Cosa ci staranno a fare questi designer là se poi copiano spudoratamente!!! 
H & M! What a fool In recent days, the Swedish clothing giant was accused of plagiarism against an Atlanta artistTori LaConsay who in 2008 had created a work with a simple message "YOU LOOK NICE TODAY" with close to a small red heartRecently, the artist has discovered that the brand had used his work to decorate rugspillows and towels, of course not be recognized as the father of the ideaAfter initial rejection by H & M to see the similarity seems to resolve the case.H & M, however, had placed the artist to make use of 100 designers and certainlydid not need his idea to create their own productsViolation of copyright is obvious,do not you thinkOutraged many customers have unleashed a real war againstweb H & Min the main social networksWhat marks like this take inspiration from the ideas of others has always been obviousthis is also its strength, but it seems a bit 'too much. What do these designers will stay there if you then copyshamelessly!

Friday, January 27, 2012

Beauty trend: Circlet of Charlize Theron

Mettetevelo in testa, la prossima estate andrà di moda il cerchietto, in versione romantica, bon ton, con strass o diamanti per chi se lo può permettere (sì certo tutte!). Dopo averlo visto sulla testa di Charlize Therone e Michelle Williams agli scorsi Golden globes è scoppiata la mania. La capofila di questa moda se chiedete a 9 ragazzine su 10 vi dirà che è stata Blair Waldorf di Gossip Girl, anche se è un trend che ogni tanto sbuca fuori da chissà dove. Ad ogni modo Louis Vuitton lo propone per la prossima primavera estate, anche se è più simile ad una fascetta sottilissima a volte in versione diadema, da portare su acconciature raccolte o pettinature vaporose. Attendiamo la proposta low cost per noi comuni mortali dal portafoglio prosciugato dai saldi, appena ne avrò notizia vi farò sapere. 

Put in the headnext summer will be the circle a trend, in a romantic versionbon ton, with rhinestones or diamonds for those who can afford it (yes of course all!). After seeing him on the head of Charlize Theron and Michelle Williamsto the recent Golden Globes mania has broken outThe leader in this fashion if you ask 9 out of 10 girls will tell you that it was Blair Waldorf of Gossip Girleven if it's a trend that occasionally comes out of nowhereHowever Louis Vuitton offers it fornext spring and summeralthough it is more like a thin strip version sometimesdiadem, wearing of hair collected or fluffy hairWe look forward to the proposedlow cost for us mere mortals drained from the portfolio balancesas soon as I havenews I will let you know.







Louis Vuitton 






Thursday, January 26, 2012

Paris haute couture


Non mi piace parlare di Alta Moda perché mi sembra talmente qualcosa di lontano da noi che è un po' un farsi male per niente. E' come quando sei a dieta e devi ritirare la torta di tua nonna in pasticceria o pagare il bollo dell'auto il giorno in cui trovi le scarpe dei tuoi sogni. Ad ogni modo vi posto alcune delle immagini delle sfilate di Parigi che più mi hanno colpito perché adesso non è che non mi piaccia, anzi. L'alta moda è una vera e propria forma di arte, fatta di creatività e sartorialità, con pezzi che non potranno essere mai realizzati per il mercato, ma che vedremo solo sui red carpet di chissà quale evento. 
E' la moda senza limiti, il sogno di ogni stilista

Super Donatella Versace è tornata a sfilare a Parigi con una collezione coloratissima, con abiti fluo arancioni, cedro e verde, interrotti dall'oro e dal'argento.  Abiti sexy, femminili, con grandi lavorazioni soprattutto sui corsetti. 

I do not like talking about haute couture because it seems so far away from us thatsomething is a bit 'one getting hurt at all. It 's like when you're dieting and you have to pick up the cake in the bakery or your grandmother to pay the stamp duty on the day of the car are the shoes of your dreamsAnyway you put some pictures offashion shows in Paris have struck me most now is not because I do not like it,indeedHigh fashion is a true art form, with the creativity and tailoring, with pieces that can never be made ​​for the market, but we'll see only on the red carpet of some kind of event.
And 'fashion without limitsthe dream of every designer.

Super Donatella Versace has returned to show in Paris with a collection of colorful, with orange fluorescent clothing, cedar and greenbroken gold and silverSexy clotheswomen with large working primarily on corsets.



Da sogno gli abiti Dior, fatti di organze ricamate e maniche ampie, con il punto vita segnatissimo, ricordano vagamente i film anni 50, richiamato anche dai tessuti, come il pied de coq, gli scozzesi, il tulle. Abiti con maxi volumi che fanno tanto Dior, spettacolari, i miei preferiti. 







Il blu e tutte le sue declinazioni sembra l'unico punto d'incontro della collezione Chanel, con abiti semplici, ispirati vagamente alle divise delle hostess, belli anche gli abiti i ricamati con decori di grande lavorazione. 







Io amo Giambattista Valli, ve l'avevo detto e il mio amore qui trova conferma dopo la sfilata dello scorso anno. Una sfilata molto classica, elegante, assolutamente chic. Lo stilista non ha cercato di realizzare capi forzatamente appariscenti, ma puramente belli, con preziosi ricami e delicate fantasie. 





Prosegue la carrellata con Re Giorgio Armani, con una sfilata senza un tema vero e proprio se non quello della ricerca della bellezza, proponendo ogni modello come un pezzo a se stante. Spiccano i colori forti e le fantasie a contrasto, ricami colorati, abiti che sembrano spezzati in due pezzi. 





Chiudo questa carrellata con Elie Saab e suoi abiti eterei. Questi sono veri abiti da sogno, in cui tessuti e lavorazioni richiedono giorni e giorni per la realizzazione, ma il risultato è strabiliante.  Sembrano usciti dal mondo delle fiabe, adatti ad una moderna ninfa. 






Wednesday, January 25, 2012

Glamroom in VicenzaOro Winter


VicenzaOro Winter ospita da alcuni anni il padiglione Glamroom, dedicato al gioiello pret à porter, all'accessorio easy to wear, uno spazio espositivo dove moda e tendenze si uniscono. Ho selezionato tre aziende molto diverse tra loro ma che possono dare l'idea di come con materiali a volte anche meno preziosi sia possibile realizzare oggetti unici e originali

Partiamo da Boonpa , il nome del brand prende ispirazione da una storia bellissima e sensuale della principessa Bonnpa, che usava adornarsi di gioielli per accrescere il suo fascino ed ammaliare gli uomini. La collezione di bijoux-gioiello viene realizzata a mano in Italia con grande passione e ricerca: colori, forme sinuose e materiali di qualità sono scelti per soddisfare le collezioni di haute-bijouterie per le boutique di lusso e le gioiellerie. La designer Charlotte Cascella propone sempre nuove collezioni combinando pietre semipreziose e preziose quali perle, coralli, onice, giade con finiture placcate oro dai 14 ai 18 carati.















Il secondo brand di cui vorrei parlarvi è Fabira. Sicuramente non sono accessori per tutte, gioielli molto vistosi e divertenti, come la collana con il teschio e i brillantini neri. La filosofia Fabira è quella di ideare, produrre e commercializzare un bijoux  rifinito come un gioiello, assemblato con materiali anallergici come l'ottone, la zane e le resine, uniti a pietre semipreziose o preziose, il tutto assolutamente made in Italy.





E per concludere questo mini tour ecco le creazioni di Patrizia Fratta. Gioielli unici, interamente fatti a mano e personalizzabili, come gli orecchini qui sotto. I materiali scelti dalla designer sono leggerissimi e i più disparati, come il rame e la pelle. I gioielli di Patrizia Fratta sono un connubio tra cultura, storia e bellezza, fuori dagli schemi di un'arte orafa definita e standardizzata. La collezione brilla per la sua originalità, stupisce e diverte.


Quale vi piace di più?